«

»

ott 25

Con quale coraggio!?!?!?!

Come sapete, ieri, sono uscite alcune indiscrezioni in merito al tanto atteso Decreto Sviluppo, ma su questo ci arriviamo dopo.

Al momento l’intesa non si è ancora trovata tra Lega e PDL ed il tempo inizia a stringere. Domani Berlusconi dovrebbe essere a Bruxelles a presentare il Decreto Sviluppo che fino ad ora non ha trovato d’accordo neanche il Consiglio dei Ministri. Nel momento in cui vi sto scrivendo, c’è ancora in corso una riunione a Palazzo Grazioli, oltre a Berlusconi, sono presenti Umberto Bossi, Roberto Calderoli, i capigruppo leghisti di Camera e Senato della Lega (Marco Reguzzoni e Federico Bricolo) e il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota. Per il PDL invece sono presenti Renato Brunetta, Paolo Romani e l’immancabile Gianni Letta. Sembra che si stia arrivando anche Giulio Tremonti.

Come vi dicevo, al momento nessuna intesa e sarà curioso vedere domani cosa si inventerà Berlusconi a Bruxelles, anche alla luce del siparietto tra la Merkel e Sarkozy che vi ripropongo in intengrale:

Vi consiglio anche di cercare su Youtube il servizio mandato in onda sul TG1… un vero esempio di giornalismo.

Ora torniamo da dove siamo partiti, dalla bozza del Decreto Sviluppo che al momento non è passato a causa della Lega che fa le barricate sull’età pensionabile.

Entrando nel merito del medesimo, ci sono un paio di punti che vorrei portare alla vostra attenzione:

– il primo è che ci sono ben dodici condoni di tipologie differenti (anche cumulabili tra loro!!!), per la serie, continuate a fare quello che volete che tanto prima o poi un condono arriva sempre.

la prima legge ad personam post mortem! Come sapete Berlusconi ha, tra gli altri, anche problemi in famiglia. Soprattutto con Veronica Lario (l’ultima sua moglie che gli diede del malato due anni fa). Ecco, dato che la ripartizione del suo patrimonio (Fininvest in particolare) a seguito della sua scomparsa, dovrebbe avvenire in parti uguali tra i 5 suoi figli (2 da Carla Dall’Oglio – Marina e Pier Silvio – e 3 da Veronica Lario – Eleonora, Barbara e Luigi), questo porterebbe al controllo di Fininvest appunto, e di tutte le sue società controllate, da parte dei figli della Lario. Questo per lui è inaccettabile. E quindi… si è messo a punto una leggina ad-hoc.

Ecco, anche in un momento di crisi come questo, ha dimostrato ancora una volta di pensare solo ed esclusivamente ai “cavoli” suoi.

Inutile raccontarvi delle smentite del Ministro Romani a proposito dell’inesistenza di alcuna bozza sul Decreto Sviluppo, anche perché vi riporto qui di seguito il documento integrale.

BOZZA DECRETO SVILUPPO

Con l’augurio di poter rinnovare quanto prima questo esecutivo di Governo, rimango in attesa, come tutti voi, delle notizie che arriveranno domani da Bruxelles.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>