«

»

ott 20

“Il nostro rè è nudo, il loro è morto”

Finalmente ci siamo, possiamo dire che un altro dittatore è passato alla storia (o all’altro mondo), fate voi.

Comunque a mio modo di vedere credo che ora sarà molto importante essere di supporto alla creazione di una vera democrazia, che abbia come interesse primario il benessere della popolazione libica.

Però ho paura che questo mio auspicio cadrà nel vuoto, sono sempre tanti o troppi gli interessi economici che stanno dietro a queste situazioni e già vedo, tra i tanti, la Francia che farà il possibile per avere il controllo “economico” sul nuovo governo, gli USA idem, invece per l’Italia si dovrà capire quanto tempo avrà il nostro governo da dedicare alle relazioni internazionali. Certo è che le nostre aziende erano economicamente sovraesposte con la Libia di Gheddafi, ora riusciranno a mantenere i contratti aperti? Il governo sarà in grado di gestire nel migliore dei modi queste relazioni internazionali con gli altri Paesi Occidentali e con la Libia per evitare di mandare sul lastrico molte altre nostre aziende e relativi lavoratori/famiglie?

Le risposte a queste domande le ho e le potrete anche immaginare, ma spero di sbagliarmi… Altrimenti sarebbe un altro macigno sulla nostra economia ormai agonizzante, che questo governo continua a non voler curare.

2 comments

  1. Maurizio Giordano Attianese

    ciao, ho il brutto presentimento che dietro la morte di Gheddafi ci sia anche la vendetta di qualche stato, a parte cio credo sia difficile per l’Italia mantenere i contratti e i contatti aperti dato che Berlusconi era un gran amicone di Gheddafi, ma alla fine penso che qualche faccia di bronzo la troveremo per riallacciare le relazioni.

  2. Stefano

    Beh, vedo la Francia che sta facendo carte false dall’inizio della guerra per attirare su di se’ le grazie del govero di transizione e comunque, riallacciandomi al tuo discorso, di certo ai nostri politici non manca la faccia di bronzo…
    :-)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>