«

»

nov 16

Ora fate presto e bene! Non sono ammessi errori.

Oggi è stato il giorno che molti aspettavano, quello della formazione del nuovo Governo. Bene, ora i nuovi ministri hanno giurato al Quirinale davanti al Presidente della Repubblica. Il prossimo passo è quello di ricevere la fiducia al Senato della Repubblica (giovedì) ed alla Camera dei Deputati (venerdì). Dopodiché mi aspetto che partano a spron battuto con il risolvere i problemi ereditati dal precedente Governo.

Inoltre vorrei aggiungere che data l’alta caratura dei nomi scelti, è importante che facciano, e facciano bene. Non saranno ammessi errori. Su alcuni il rischio di altri conflitti di interessi è alto. Mi aspetto che il Presidente Giorgio Napolitano vigili attentamente data la suo forte impronta che ha voluto dare a questo Governo.

Ora vi riporto l’elenco dei nuovi Ministri con una breve descrizione, per farvi un’idea di chi siano e da dove arrivino.

Ricordo che Mario Monti ha mantenuto per sé la delega all’Economia, quindi (al momento) non esisterà un Ministro dell’Economia perché sarà lo stesso Monti a farlo.

Ministro dello Sviluppo Economico – Corrado Passera , bocconiano e amministratore delegato di Banca Intesa e massimo fautore della creazione di Intesa-San Paolo ha alle spalle anche la guida, come amministratore delegato, delle Poste.

Ministro degli Interni – Anna Maria Cancellieri , ex prefetto, commissaria a Bologna con successive proposte di candidatura sia da parte del Pd che del Pdl rifiutate entrambe. Fino a ieri commissaria a Parma.

Ministro dell’Istruzione – Francesco Profumo , presidente del Cnr, rettore del Politecnico di Torino fino al 2011, papabile come candidato sindaco di Torino.

Ministro della Giustizia – Paola Severino , vicerettore Luiss, già vicepresidente del Consiglio della magistratura militare, candidata vicepresidente del Csm nel 2002.

Ministro del Lavoro e Walfare – Elsa Fornero , docente a Torino e vicepresidente del Consiglio di sorveglianza di Intesa-San Paolo è esperta e studiosa in sistemi pensionistici e welfare.

Ministro della Difesa – Giampaolo Di Paola , ammiraglio, ex capo di stato maggiore della difesa.

Ministro degli Esteri – Giulio Terzi di Sant’Agata , diplomatico di carriera, ambasciatore in Israele e rappresentante permanente dell’Italia all’Onu.

Ministro dell’Ambiente – Corrado Clini , alto funzionario del Ministero dell’Ambiente dal 1990, esperto in bioenergie.

Ministro dei Beni Culturali – Lorenzo Ornaghi , rettore della Cattolica, arrivato l’anno scorso al terzo mandato. Allievo del costituzionalista e ideologo della Lega Gianfranco Miglio.

Ministro della Sanità – Renato Balduzzi , ordinario di Diritto costituzionale, presidente del Nucleo di valutazione dell’Azienda ospedaliero-universitaria “Maggiore della Carità” di Novara e, dal 2006, del Comitato di Indirizzo dell’Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico Sant’Orsola-Malpighi di Bologna.

Ministro dell’Agricoltura – Mario Catania , ex capodipartimento delle Politiche agricole internazionali al ministero dell’Agricoltura.

Buon lavoro e fate presto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>