«

»

ago 24

#ALSIceBucketChallenge – Non deve essere una pagliacciata!!

Borgonovo e la SLADopo più di un anno ho deciso di tornare a scrivere un post sul mio blog e l’ho fatto per un motivo che credo importante.

Da qualche settimana sta andando in scena nei social network e da qualche giorno, con più insistenza, anche nei telegiornali italiani quello che viene definito “ALS Ice Bucket Challenge”, in sostanza una doccia ghiacciata per portare all’attenzione il dramma della SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) e con il fine di raccogliere fondi per la ricerca su questa malattia.

Mentre i giorni passano, ho la strana e malsana sensazione che si stia degenerando in una pagliacciata o in un modo di farsi pubblicità di tanti personaggini ormai dimenticati o passati di moda dal mondo dello spettacolo italiano. Mi auguro che alla doccia ghiacciata TUTTI e dico proprio TUTTI facciano seguire una donazione per la ricerca su questa malattia. Non vorrei mai che qualcuno stia sfruttando questo momento per un po’ di pubblicità personale gratuita.

Detto questo vi invito a continuare il post sino alla fine perchè vorrei lanciare una proposta, prima però vorrei darvi alcune informazioni sulla SLA (fonte www.aisla.it), perchè sono certo che molti di noi (compreso me) non sono a conoscenza di cosa veramente sia questa malattia, se non nell’immagine che tutti abbiamo in mente di Stefano Borgonovo, seduto sulla sua sedia, immobile…

Che cosa è la SLA?

La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce i due gruppi di motoneuroni, cioè le cellule nervose cerebrali e del midollo spinale che permettono i movimenti della muscolatura volontaria.

La SLA è caratterizzata dal fatto che sia il primo che il secondo gruppo di motoneuroni vanno incontro a degenerazione e muoiono. La morte di queste cellule avviene gradualmente nel corso di mesi o anche anni.

Ha una caratteristica che la rende particolarmente drammatica : pur bloccando progressivamente tutti i muscoli, non toglie la capacità di pensare e la volontà di rapportarsi agli altri. La mente resta vigile ma prigioniera in un corpo che diventa via via immobile.

Cause della SLA

Le cause della SLA sono ancora sconosciute.

Diagnosi di SLA

La SLA è una malattia molto difficile da diagnosticare. Oggi non esiste alcun test o procedura per confermare senza alcun dubbio la diagnosi di SLA. 

La cura

Al momento non esiste una terapia capace di guarire la SLA. Negli ultimi anni le ricerche si sono moltiplicate e la speranza di trovare presto un rimedio definitivo si è fatta un po’ più concreta.

 

Augurandomi che siate giunti alla fine di questo post, mi piacerebbe che successivamente ad ogni doccia ghiacciata, tutti mostrassero la ricevuta del versamento fatto per la ricerca contro la SLA (anche nascondendo l’ammontare). Questo toglierebbe ogni dubbio che quanto si stia facendo porti un vero contributo.

Nel ricordo di come era Stefano Borgonovo (nato e morto a Giussano) prima di essere afflitto dalla SLA, vi allego anche la mia ricevuta di versamento.

PS: Ricordiamoci che fare beneficenza o dare contributi per nobili cause non deve essere un qualcosa da tenere segreto, ma sono quei gesti da condividere perchè stimolano a fare lo stesso in altri!

Stefano Borgonovo - Prima della SLARicevuta contributo SLA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>